Ieri, oggi e domani

Le favole iniziano quasi sempre con "c'era una volta …"
Dal passato al futuro per raccontare una storia e lasciare un messaggio.
Era ieri, qualche anno o solo qualche giorno fa, che qualcuno ha mosso i primi passi in palestra, con la palla giallo-canarino del minivolley.
Piano piano quella palla si fa sempre piu' pesante e cambia colore. Il campo si allarga e la rete si alza, con le nostre aspettative e i nostri sogni di atleta e di allenatore.
Cambia anche il nostro impegno, si fa piu' grande, ogni giorno si aggiunge un altro dovere, un'altra cosa da fare, un'altra tecnica da insegnare, un altro movimento da imparare, un altro mattone per costruire il nostro futuro, qualunque esso sia.
E, quasi senza che ce ne accorgiamo, diventiamo a nostra volta un esempio da seguire, un punto fermo a cui le piu' piccole (quelle che noi eravamo fino a ieri) si rivolgono.
E, mentre da un lato ascoltiamo le loro domande e cerchiamo di dare le risposte che un tempo altri hanno dato a noi, dall'altro siamo ancora a chiedere a nostra volta, ancora ci rivolgiamo ai nostri modelli, alla nostra guida, chiunque sia.
E il passato diventa presente, fatto di scelte di volta in volta sempre piu' difficili e impegnative.
Scelte che condizioneranno il nostro futuro, sportivo ma non solo. Scelte che ci impegneranno chi nel gioco, chi nell'allenamento, chi in altri ruoli fuori e dentro la pallavolo.
Ogni giorno tutti noi costruiamo il nostro personale film di come vorremmo che fosse il nostro futuro.
Ma solo per pochi la realta' corrisponde.
Ma questo non significa che dobbiamo smettere di sognare; significa solo che dobbiamo impegnarci per trasformare quanto piu' possibile il sogno in realta'.
Una canzone diceva "se sogni da solo il tuo restera' un sogno, ma se siamo in tanti a sognare, il sogno diventera' realta'".
Lavoriamo nel nostro presente, tutti insieme, per trasformare il nostro sogno in una bella realta', e pazienza se non sara' proprio uguale a quello che avevamo in mente quanto, tanto o poco tempo fa, abbiamo mosso per la prima volta i passi in una qualsiasi palestra di una qualsiasi citta', in questo angolo di mondo che noi chiamiamo casa.

Indietro


Guest   Pubblica
Comment
Max 5000 chr